Articolo 46. Quando la legge fa dipendere determinati effetti dalla residenza o dal domicilio, per le persone giuridiche si ha riguardo al luogo in cui e stabilita la loro sede (Cod. Proc. Civ. 141, 145). Nei casi in cui la sede stabilita ai sensi de ...

Continua a leggere

Articolo 47. Si può eleggere domicilio speciale per determinati atti o affari. Questa elezione deve farsi espressamente per iscritto (1350).

Continua a leggere

Articolo 48. Quando una persona non è più comparsa nel luogo del suo ultimo domicilio o dell’ultima sua residenza (43) e non se ne hanno più notizie, il tribunale dell’ultimo domicilio o dell’ultima residenza su istanza degli intere ...

Continua a leggere

Articolo 49. Trascorsi due anni dal giorno a cui risale l’ultima notizia, i presunti successori legittimi e chiunque ragionevolmente creda di avere sui beni dello scomparso diritti dipendenti dalla morte di lui possono domandare al tribunale co ...

Continua a leggere

Articolo 50. Divenuta eseguibile la sentenza che dichiara l’assenza, il tribunale, su istanza di chiunque vi abbia interesse o del pubblico ministero, ordina l’apertura degli atti di ultima volontà dell’assente, se vi sono. Coloro c ...

Continua a leggere

Articolo 51. Il coniuge dell’assente, oltre ciò che gli spetta per effetto del regime patrimoniale dei coniugi e per titolo di successione, può ottenere dal tribunale, in caso di bisogno, un assegno alimentare da determinarsi secondo le condizi ...

Continua a leggere

Articolo 52. L’immissione nel possesso temporaneo dei beni deve essere preceduto dalla formazione dell’inventario dei beni (Cod. Proc. Civ. 769 e seguenti). Essa attribuisce a coloro che l’ottengono e ai loro successori l’ammi ...

Continua a leggere

Articolo 53. Gli ascendenti, i discendenti e il coniuge immessi nel possesso temporaneo dei beni ritengono a loro profitto la totalità delle rendite. Gli altri devono riservare all’assente il terzo delle rendite.

Continua a leggere

Articolo 54. Coloro che hanno ottenuto l’immissione nel possesso temporaneo dei beni non possono alienarli, ipotecarli o sottoporli a pegno, se non per necessità o utilità evidente riconosciuta dal tribunale. Il tribunale nell’autorizzare ...

Continua a leggere

Articolo 55. Se durante il possesso temporaneo taluno prova di avere avuto, al giorno a cui risale l’ultima notizia dell’assente, un diritto prevalente o eguale a quello del possessore, può escludere questo dal possesso o farvisi associar ...

Continua a leggere

Articolo 56. Se durante il possesso temporaneo l’assente ritorna o è provata l’esistenza di lui, cessano gli effetti della dichiarazione di assenza, salva, se occorre, l’adozione di provvedimenti per la conservazione del patrimonio ...

Continua a leggere

Articolo 57. Se durante il possesso temporaneo è provata la morte dell’assente, la successione si apre a vantaggio di coloro che al momento della morte erano i suoi eredi o legatari. Si applica anche in questo caso la disposizione del secondo c ...

Continua a leggere

Articolo 58. Quando sono trascorsi dieci anni dal giorno a cui risale l’ultima notizia dell’assente, il tribunale competente secondo l’Articolo 48, su istanza del pubblico ministero o di taluna delle persone indicate nei capoversi d ...

Continua a leggere

Articolo 59. L’istanza, quando è stata rigettata, non può essere riproposta prima che siano decorsi almeno due anni.

Continua a leggere

Articolo 60. Oltre che nel caso indicato nell’Articolo 58, può essere dichiarata la morte presunta nei casi seguenti: l) quando alcuno è scomparso in operazioni belliche alle quali ha preso parte, sia nei corpi armati, sia al seguito di essi, o ...

Continua a leggere