Articolo 31. Condanna per delitti commessi con abuso di un pubblico ufficio o di una professione o di un’arte. Interdizione. Ogni condanna per delitti commessi con l’abuso dei poteri, o con la violazione dei doveri inerenti a una pubblica ...

Continua a leggere

Articolo 32. Interdizione legale. Il condannato all’ergastolo è in stato d’interdizione legale. La condanna all’ergastolo importa anche la decadenza dalla potestà dei genitori (1) . Il condannato alla reclusione per un tempo non inf ...

Continua a leggere

Articolo 32 bis. Interdizione temporanea dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese. L’interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese priva il condannato della capacità di esercitare, durante l ...

Continua a leggere

Articolo 32 ter. Incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione. L’incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione importa il divieto di concludere contratti con la pubblica amministrazione, salvo che per ottenere le presta ...

Continua a leggere

Articolo 32 quater. Casi nei quali alla condanna consegue l’incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione. Ogni condanna per i delitti previsti dagli articoli 316 bis, 317, 318, 319, 319 bis, 320, 321, 322, 353, 355, 356, 416, 416 b ...

Continua a leggere

Articolo 33. Condanna per delitto colposo. Le disposizioni dell’articolo 29 e del secondo capoverso dell’articolo 32 non si applicano nel caso di condanna per delitto colposo (1) . Le disposizioni dell’articolo 31 non si applicano n ...

Continua a leggere

Articolo 34. Decadenza della potestà dei genitori e sospensione dell’esercizio di essa. La legge determina i casi nei quali la condanna importa la decadenza della potestà dei genitori. La condanna per delitti commessi con abuso della potestà de ...

Continua a leggere

Articolo 35. Sospensione dall’esercizio di una professione o di un’arte. La sospensione dall’esercizio di una professione o di un’arte priva il condannato della capacità di esercitare, durante la sospensione, una professione, ...

Continua a leggere

Articolo 35 bis. Sospensione dall’esercizio degli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese. La sospensione dall’esercizio degli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese priva il condannato della capacità ...

Continua a leggere

Articolo 36. Pubblicazione della sentenza penale di condanna. La sentenza di condanna alla pena di morte (1) o all’ergastolo è pubblicata mediante affissione nel Comune ove è stata pronunciata, in quello ove il delitto fu commesso, e in quello ...

Continua a leggere

Articolo 37. Pene accessorie temporanee: durata. Quando la legge stabilisce che la condanna importa una pena accessoria temporanea, e la durata di questa non è espressamente determinata, la pena accessoria ha una durata eguale a quella della pena pri ...

Continua a leggere

Articolo 38. Condizione giuridica del condannato alla pena di morte. Il condannato alla pena di morte è equiparato al condannato all’ergastolo, per quanto riguarda la sua condizione giuridica.

Continua a leggere

Articolo 39. Reato: distinzione fra delitti e contravvenzioni. I reati si distinguono in delitti e contravvenzioni, secondo la diversa specie delle pene per essi rispettivamente stabilite da questo codice.

Continua a leggere

Articolo 40. Rapporto di causalità. Nessuno può essere punito per un fatto preveduto dalla legge come reato, se l’evento dannoso o pericoloso, da cui dipende la esistenza del reato, non è conseguenza della sua azione od omissione. Non impedire ...

Continua a leggere

Articolo 41. Concorso di cause. Il concorso di cause preesistenti o simultanee o sopravvenute, anche se indipendenti dall’azione od omissione del colpevole, non esclude il rapporto di causalità fra l’azione od omissione e l’evento. ...

Continua a leggere